CHIAMACI SUBITO +39 079 634037 | CONTATTACI VIA MAIL info@hotelpausaniainn.com
Prenota on Line
Data di arrivo
Notti
Adulti
Bambini
Camere

 

chiesasantacrocetempiopausania

Perché venire a Tempio Pausania?

  • La sua posizione centrale nel Nord Sardegna che la rende vicinissima ai tre mari… A est la rinomata Costa Smeralda, a nord Santa Teresa Gallura e le isole La Maddalena e Caprera, a ovest la Costa Paradiso, Castelsardo, Stintino e Alghero (con le grotte di Nettuno);
  • La sua breve distanza dai porti e aeroporti di Olbia, Golfo Aranci, Palau, Porto Torres, Alghero (46-100 km);
  • La vicinanza del Monte Limbara (8 km) – “le Dolomiti sarde” – con strade percorribili fin alla sommità (1348 m); la vegetazione lussureggiante (persino le sequoie), le gigantesche sculture granitiche naturali, la chiesetta “Madonna della Neve”, le molte fonti d’acqua sorgiva, oltre alla possibilità di praticare trekking a piedi, cicloturismo, e anche escursioni a cavallo;
  • Il suo centro storico (1600-1800) con chiese, viali alberati, fontane, l’ultima residenza di Nino Visconti, Giudice di Gallura (1200) e il sito archeologico Nuraghe Majori che sorge nella immediata periferia di Tempio, a soli 500 m dal Pausania Inn;
  • Le rinomate acque oligominerali di “Rinaggiu”, fruibili da quanti desiderino assaporare tali acque purissime in un contesto assolutamente piacevole;
  • La degustazione dei prodotti tipici locali: gli gnocchetti sardi, la zuppa gallurese, il porcetto insaporito al mirto, le deliziose seadas, da accompagnare con un’ampia scelta di vini della rinomata cantina Gallura, premiata annualmente per l’ottima produzione;
  • La bellezza del suo Carnevale invernale e l’esclusività di quello estivo; il Festival Internazionale del Folklore, giunto ormai alla trentesima edizione;
  • I graziosi piccoli centri cittadini molto vicini alla città (2-9 km). Essi risultano molto apprezzati da chi intende davvero conoscere la Sardegna: Nuchis (con chiese e santuari del Cinquecento), Luras (con i suoi celebri olivastri millenari, i dolmen e lo spettacolare paesaggio del Liscia); Calangianus (uno dei “100 piccoli grandi comuni d’Italia”, sede di molteplici imprese artigiane dedite alla lavorazione del sughero); Aggius (con i suoi monti impervi); l’arroccata cittadina di Bortigiadas;
  • Le escursioni a piedi, a cavallo, in bicicletta, in quad o 4×4 cui è possibile partecipare in compagnia di guide esperte; l’abbondanza e varietà di funghi nei suoi boschi principalmente nella stagione autunnale (l’esperienza è d’obbligo);
  • L’interesse a conoscere l’entroterra sardo, salendo a bordo del Trenino Verde, che da Tempio porta – attraverso un percorso mozzafiato – a tutte le meravigliose mete del Nord Sardegna;
  • Il naturale garbo dei suoi cittadini sempre disponibili alla buona accoglienza verso i suoi visitatori.